mercoledì 18 maggio 2011

Liguria - primo diario (linguistico) di viaggio

Voglio inaugurare oggi una nuova rubrica. Non sono una gran viaggiatrice, e forse proprio per questo mi piace molto leggere i resoconti di viaggio sui blog degli altri, colmi di belle foto e di aneddoti. Oggi pensavo che vorrei fare anch'io la mia parte, e dunque, da ora in poi, mi impegno solennemente a tornare da ogni mio viaggetto, breve o lungo che sia, con almeno un souvenir linguistico per tutti voi.
Ho trascorso il weekend in un paesino della provincia di Imperia, Riva Ligure, che, come potete leggere qui, è uno dei luoghi della mia infanzia. Però, non l'avevo mai visto in questa stagione, con i fiori primaverili, le spiagge vuote e un venticello che faceva desiderare i rari spiazzi soleggiati tra i profondi vicoli del centro. Il paesaggio inondato da un sole limpido e da un'arietta così pungente da spingere i pochi passanti a evitare accuratamente l'ombra delle palme sul lungomare. Ho camminato tra le tamerici potate, gustandomi le prime ciliege della stagione, riconoscendo gli stabilimenti vuoti, i profili noti dei palazzi sul lungomare e i muretti di pietra, giaciglio dei gatti sonnecchianti in ogni stagione.
E poi, come promesso, ho un raccolto souvenir linguistico per voi, che è il nome stesso della vicina Sanremo, che entra a pieno merito nel novero delle parole che pronunciamo continuamente, ma sulle quali non ci siamo mai soffermati davvero.
Ecco, la cosa buffa è che a quanto pare nel medioevo la città si chiamava San Romolo. Giuro.
Prima, per non far sfigurare la facoltà di scienze linguistiche, che giornalmente frequento, vi propongo l'ipotesi seria: l'esito attuale, cioè, è verosimilmente frutto di usura fonetica, dovuta alla caduta dell'ultima sillaba e ad una pronuncia sempre più approssimata della prima vocale, trasformatasi prima in œ (qualcosa come Rœmu) e poi in e.
Ma a me piace pensare che il nome attuale sia frutto dell'ironia dei liguri tardomedievali che probabilmente hanno scherzato, come potremmo fare noi ora, sul nome di questo santo anomalo, forse proprio sostituendo alternativamente l'appellativo dell'omonimo fondatore di Roma con quello di suo fratello Remo. A condire il tutto rimane il fatto che, nell'agiografia cristiana, nè San Remo, nè San Romolo sono mai esistiti.

10 commenti:

"Italian Girlfriend" ha detto...

Che burloni questi liguri tardomedievali!
La seconda ipotesi secondo me e' quella vera :)

pencil ha detto...

di più! di fatto il patrono di Sanremo è ad oggi San Romolo! eheh che bella la nuova rubrica!

Zuccaviolina ha detto...

@Italiangirlfriend: mi fa molto piacere sapere che la pensi come me! ;)

@pencil: uhm, dunque san Romolo esiste! Interessante...

Le FUNKFUNK16 ha detto...

Cara Marta, che piacere rileggerti e che brillante idea questa nuova rubrica! Devo dire che, benché l'ipotesi più scientifica rimane la più probabile, la seconda è assolutamente la più divertente. Ma sai una cosa, chi ci dice che le cose devono andare sempre nel modo più razionale possibile?

Un caro abbraccio,

Lola

Sara Giorgia ha detto...

ciao Marta, bello rileggerti e bella questa nuova rubrichina! speriamo in tanti bei viaggetti allora, l'estate è appena all'inizio e ti aiuterà a mantenere questa promessa :)
a presto, spero :) buona giornata!

noemi ha detto...

bellllllla la nuova rubrica: brava Marta-viaggiatrice ^^

dariodeseppo ha detto...

Perchè Sanromolo è Sanromolo...o no?

Zuccaviolina ha detto...

@dario: esatto! :D

Ka' ha detto...

Sì da Sanremasca confermo che il pastrono di Sanremo è San Romolo e si festeggia il 13 ottobre, alle elementari ci raccontavano le sue azioni benemerite, ora speriamo che l'agiografia lo annoveri... sulle colline alle spalle di Sanremo c'è un "sobborgo"chiamato San Romolo con relativa chiesetta che ricorda il Santo...Sul etimologia concordo, so che Sanremo provenga da una "storpiatura" di San Romolo...Spesso noto indecisione tra la scrittura del nome staccato o attaccato, per quanto ne so io (se non ci sono state altre delibere), la versione giusta è Sanremo...Spero di non averti annoiato con sto papelloe averti detto qualcosa di nuovo...Bacioni!

fiore di maggio ha detto...

Mi hai dato l'idea per fare un viaggetto...Riva Ligure! Deve essere un posto carino, molto carino...un borgo ideale per ch, come me, cerca mare e tranquillità! Andrò a visitarlo..
Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...